Logo SECO

Barometro dell'impiego nel secondo trimestre 2017

Situazione degli impieghi: aziende più fiduciose verso il futuro

 

Neuchâtel, 28.08.2017 (UST, versione ridotta) - Nel secondo trimestre 2017 l'occupazione complessiva (numero di posti) è cresciuta dello 0,4% rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente (+0,1% rispetto al trimestre precedente). Convertite in equivalenti a tempo pieno, nello stesso periodo le cifre occupazionali sono salite dello 0,2%. Sono stati contati 5700 posti liberi in più sulla piazza economica svizzera rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente (+10,5%) e anche l'indicatore delle prospettive dell'impiego tende al rialzo (+0,7%). Questo è quanto emerge dagli ultimi risultati dell'Ufficio federale di statistica (UST).

Secondo la statistica dell'impiego nel secondo trimestre 2017 in Svizzera si contavano nel complesso 4,915 milioni di addetti nei settori secondario e terziario, pari a un incremento dello 0,4% (+20'000 posti) su base annua. Nel settore secondario l'occupazione è scesa dello 0,5% (-6000 posti), mentre nel terziario si registra una crescita pari allo 0,7% (+26'000 posti).

Situazione variabile a seconda dei settori e delle regioni

Nel secondo trimestre 2017 l'andamento dell'occupazione nelle Grandi Regioni presentava un quadro eterogeneo: su base annua, l'occupazione è leggermente calata a Zurigo (-0,1%), mentre in tutte le altre è aumentata tra lo 0,1 (Svizzera orientale) e il 3,2% (Ticino). Nel settore secondario tutte le Grandi Regioni tranne l'Espace Mittelland (+0.5%) hanno registrato flessioni tra lo 0,2 (Svizzera orientale) e l'1,7% (Regione del Lemano). Il terziario ha registrato una crescita degli addetti in tutte le Grandi Regioni eccetto in quella di Zurigo.

Aumentano ancora i posti liberi

Sono stati contati 5700 posti liberi in più sulla piazza economica svizzera rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (+10,5%). La cifra dei posti liberi è aumentata soprattutto nel settore secondario (+20,4%), ma si osserva una crescita anche nel terziario (+7,8%). Il tasso di posti liberi è stato pari all'1,2% sia del totale sia del settore terziario e addirittura pari all'1,3% del secondario. Le difficoltà nel reclutamento di personale qualificato sono aumentate leggermente rispetto all'anno precedente (29,7%; +0,8 punti percentuali).

Per maggiori informazioni, scaricare il comunicato stampa.

Precedente