Logo SECO

Impressioni generali - delle reti e dei sentimenti


Il dibattito internazionale sul mercato del lavoro tenutosi all'IBO (International Baccalaureate Office) a Friedrichshafen ha suscitato grande interesse: oltre 70 partecipanti hanno seguito attivamente la presentazione sul tema dell'ospitalità a Bodensee " Yes we are open - Willkommenskultur am Bodensee".

Per EURES BODENSEE e l'Agenzia del lavoro di Costanza-Ravensburg, enti organizzatori dell'evento, il tema centrale si è rivelato un gran successo. Jutta Dreisch, presidente del CdA dell'Agenzia del lavoro di Costanza-Ravensburg, è soddisfatta delle reazioni positive suscitate da un tema così complesso e Peter Kuratli, presidente EURES, è convinto che le continue richieste di informazioni non lascino dubbi sulla futura utilizzazione di EURES BODENSEE.


Ampia partecipazione

Con la loro esperienza, Ramiro Vera-Fluixà (centrale di collocamento all'estero), Ivana Seitz (Welcome Center di Bodensee-Oberschwaben), Irina Wöhler (mediatrice interculturale) e Thomas Ebel (Istituto per Professioni Sociali di Ravensburg/Wangen) mostrano come potrebbe configurarsi l'ospitalità e quali sono i suoi presupposti.

Secondo Ramiro Vera-Fluixà, per promuovere l'ospitalità sono necessari un'infrastruttura e una rete che forniscano ai nuovi arrivati consigli e aiuto pratico, a cui deve aggiungersi un atteggiamento di empatia e comprensione nei confronti degli immigranti.

Finalmente si parla di ospitalità

Come ha affermato Irina Wöhler, l'obiettivo principale è consentire agli immigrati di superare il cosiddetto shock culturale e abituarsi alla comunicazione diretta tipica del tedesco. Ivanca Seitz, dal canto suo, è soddisfatta di vedere che finalmente si parla di ospitalità. Tuttavia ritiene che non bisogna dimenticare le persone che sono qui da anni, perché anche loro sono coinvolte in questo processo.

Infine Thomas Ebel ha spiegato come nell'ambito della cura degli anziani si debba affrontare la necessità sempre maggiore di personale assumendo tirocinanti provenienti dalla Spagna e precisa che "è stato messo a punto un vasto progetto per permettere ai giovani spagnoli di sentirsi a proprio agio qui da noi".


Anita Scherrer, consultente EURES Sciaffusa

Homepage "Arbeitsmarkt Bodensee" - EURES Bodensee

Zurück